Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

I Runners Bergamo vincono la classifica a squadre alla Maratonina di Treviglio

 

(Ph Credit Alex Posare Photography )

Ci credevano, in questa vittoria di squadra, e in effetti è arrivata. Il colpo è riuscito ai Runners Bergamo, e più precisamente al gruppo top RB grazie alla somma dei tempi dei primi cinque classificati. Si tratta di Igor Rizzi, Giorgio Campana Binaghi, Mauro Previtali, Mauro Arnoldi e Simone Viola. Ma non è tutto! Il gruppo è tornato a casa con due nuovi personal best, ottenuti da Previtali e Arnoldi. La gara ha segnato inoltre il ritorno alle corse di Igor Rizzi dopo lo stop di alcuni mesi dovuto ad un infortunio.

Le interviste ai 5 Runners Bergamo protagonisti della Maratonina di Treviglio:

Igor Rizzi, 8° in 1h12’54”: «Sono in ripresa dopo un infortunio al piede e al ginocchio. Fermo ai box da settembre, a gennaio ho ricominciato gli allenamenti e questa è stata la mia prima gara dopo la lunga pausa. Mi aspettavo sinceramente di fare un minuto, un minuto e mezzo in meno, ma va bene anche così, mi accontento perché so di non essere al top. Come è andata la gara? In calando: nella prima metà stavo bene poi ho rallentato perdendo due o tre posizioni. Del resto era da un anno che non correvo una half marathon. Programmi? Per via dell’infortunio non posso farne a lungo termine. Vedrò di fare un’altra mezza oppure altre gare più brevi, sempre su strada: qualche diecimila».

Giorgio Campana Binaghi, 9° in 1h12’55”: «Sono partito forte (sotto ai 3.15 al km) e ho in parte pagato lo scotto tra il 14esimo e il 15esimo chilometro. Facevo fatica a respirare. Ho rallentato per un chilometro e a quel punto mi sono ripreso, la crisi è passata. Fino al decimo chilometro eravamo in tre, io, Previtali e un altro atleta che non dava cambi. Ho accelerato e siamo rimasti da soli noi due compagni di squadra. Al 17esimo Previ mi ha dato il cambio. Siamo rimasti sempre al vento. Il finale è stato entusiasmante perché abbiamo iniziato a scorgere gli atleti davanti a noi e siamo riusciti ad avvicinarci molto a loro. Non avevo aspettative per questa gara. Essendo raffreddato non sapevo come avrebbe reagito il mio fisico. La mia speranza tuttavia era di ottenere proprio il tempo che ho fatto. Non credo di poter ripetere i tempi del 2016. Programmi? Forse domenica prossima vado con Federico Cagliani a Cernusco Lombardone. Poi sarò alla Milano Marathon: farò la staffetta con alcuni miei colleghi dell’azienda Galbani».

Mauro Previtali, 10° in 1h12’58”: «Non credevo di riuscire a stare con Giorgio! Siamo partiti forte e ho capito subito che la gamba c’era. Dentro di me avevo pensato di mollare dopo il 15esimo chilometro per poi proseguire alla mia andatura. Invece non è stato necessario. È stata una gara perfetta, Lucio l’allenatore di Giorgio ci incitava e consigliava continuamente, Giorgio mi ha anche passato un integratore. Scorrevano i chilometri e io reggevo, mi sentivo bene. Dopo il 16esimo chilometro però la fatica si è fatta sentire. Ma ho tenuto duro: correre con Giorgio, supportati da Lucio, è stata un’esperienza bellissima. Ho abbattuto il mio precedente record, risalente alla Mezza sul Brembo del 6 gennaio, di ben due minuti e mezzo! Impegni? Domenica prossima non gareggio, farò un giro in montagna di 40 km, poi con Mauro Arnoldi sarò al Trofeo Parco Sempione a Milano.

Mauro Arnoldi, 13° in 1h14’36”: «Ero venuto a Treviglio con l’intenzione di fare il mio personal best nella mezza e ci sono riuscito, che soddisfazione! Sono partito regolare, forse fin troppo forte, ma ero in forma. Sono rimasto da solo per 13 chilometri. Poi ho allungato per andare a prendere il gruppetto davanti. Insieme a un altro ho accelerato ancora e ci siamo lasciato il gruppo alle spalle. Speravo in questo record. Mi sto allenando con Previtali a Brembate, sentivo di stare bene, perciò avevo aspettative alte. È stata per me una giornata perfetta. Ho migliorato di un minuto il mio miglior tempo, fatto segnare proprio qui lo scorso anno. Cosa farò? Fra due settimane il diecimila a Milano e proseguirò con 10 km e mezze maratone per tutta l’estate puntando a migliorare ulteriormente».

Simone Viola, 15° in 1h15’07: «Considerando che non mi ero preparato per una mezza, posso ritenermi soddisfatto del risultato, anche se è di tre minuti superiore rispetto al mio personale. Conosco a menadito le strade sui cui si svolge la Mezza di Treviglio perché mi alleno in queste zone. Ho avuto pochi stimoli, preferisco infatti correre in luoghi che conosco di meno, dove non so cosa c’è dietro ad ogni curva… Ma va bene così, ce l’ho messa tutta e abbiamo portato a casa un buon risultato di squadra. Finiti i cross dovrò decidere i prossimi appuntamenti da mettere in calendario».

Cerca

Area riservata

Questo sito utilizza cookies per rendere l'esperienza utente migliore. Se desideri continuare ad utilizzarli premi "Accetta".