Calendario

MONZA RESEGONE: racconti a caldo dei protagonisti

Ecco alcune impressioni fatte a caldo ( praticamente ancora in Capanna ) da alcuni dei protagonisti di questa edizione della Monza Resegone.

MONIA ACERBIS ( Vincitrice di questa edizione nella categoria TERNE DONNE assieme a Sonia Opi e Nives Carobbio ). Monza.Resegone... La Terna di Franco...
Sofferenza dal primo all'ultimo km... Caldo ... Mal di stomaco... Crampi addominali... Solo la testa e il gruppo mi ha permesso di arrivare fino in fondo...7 minuti in più rispetto allo scorso anno... Ma arrivare al traguardo è un'emozione unica e forse anche questo anno la vittoria sarà nostra. ( In effetti poi le classifiche lo confermeranno: VITTORIA! )

MARCHETTO MAGNI ( Alla sua prima edizione dopo tanti tentativi. Corsa con Nicola Greggia e Nicola Lecchi. Tutti Runners Bergamo e tutti di Capriate San Gervasio ). Che dire: 24042 missione compiuta! È una avventura speciale ma ci tornerò quando sarò lucido (?)... Grazie ai miei amici-compagni di terna: è stato bellissimo farla con voi che mi avete sopportato per 5 ore e rotti! Grazie tantissimo a Manuela per l'assistenza top Class, il tifo e tutto il resto: hai reso possibile l'impossibile facendo tutto quanto! Grazie anche a Rosa per la bella sorpresa alla partenza! Beh ci tornerò... Ma è veramente un'esperienza unica! Da fare e poi rifare chiaramente presto! Buona notte! Ma tanto non dormo... Troppi pensieri ed emozioni da rivivere (quelle con relive non si può)!

THOMAS CAPPONI ( Quinto assoluto nella categoria generale. In terna con l'altro Runners Bergamo Giorgio Binaghi Campana e il grande Pietro Colnaghi ) . Già nella corsa le variabili sono molte. Nella Monza-Resegone aumentano!! Orario, caldo, percorso, salita, sentiero... Si possono fare proiezioni prima di partire, ma poi finché non si è dentro non si sa! Ieri è stata la mia personale dimostrazione: fatica a reggere i ritmi, caldo asfissiante, battiti elevati... Il tutto che non mi consentiva di esprimermi al meglio. Poi... La magia! Dopo Calolziocorte, quando l'aria di montagna iniziava a farsi sentire, ecco che tornano la lucidità mentale e anche un briciolo di energia costante. Ma la gara non era ancora finita... E c'era il pra di rat da salire ed eravamo in tre. Uno dei miei compagni, Giorgio Campana, ormai quasi totalmente disidratato, ha dovuto andare ben al di là del gesto fisico, ha dovuto metterci l'anima!
In questa lunga avventura, regista e indigeno del percorso, un fantastico Pietro Colnaghi che teneva alto lo spirito della terna. Affiancati da un altro campione Filippo Pippo Ba ad assisterci. 
Grazie a Orazio Bottura e allo sponsor Me.Pa.Assicurazioni.Agenzia AXA Monza Me.Pa. Assicurazioni

Complimenti a tutti i Runners Bergamo che si sono cimentati in questa affascinante gara. E adesso... Sotto con altre sfide! 

Su questo articolo sono abilitati i commenti per i soli utenti registrati.
Autenticati in alto a destra con nome utente e password riservati ai Runners Bergamo.

Cerca

Area riservata

Questo sito utilizza cookies per rendere l'esperienza utente migliore. Se desideri continuare ad utilizzarli premi "Accetta".